25 Settembre 2020
News

Cos'è la Legionella ?

09-01-2019 17:13 - Air conditioning (HVAC)

Ne abbiamo spesso sentito parlare ma quanti di voi sanno realmente cos'è la Legionella Pneumophila?
Vi basta sapere che è una cosa seria? No !
Avete ragione. In questo articolo non vi spiegheremo di cosa si tratta dal punto di vista sanitario e nemmeno dal punto di vista normativo.
Per chi volesse approfondire questo argomento, dal lato sanitario e normativo, vi invitiamo a cercare e leggere i molti siti e le guide estremamente autorevoli in materia facilmente reperibili in rete.
In questo articolo ci piacerebbe riassumere e spiegare in modo schematico e di immediata comprensione prima di tutto di cosa stiamo parlando e poi cosa, a livello pratico, potreste fare nelle vostre attività per evitare di favorire il rischio di proliferazione e trasmissione di questo batterio.

Cos'è la Legionella Pneumophila ?
Per prima cosa diciamo che la Legionella Pneumophila è un batterio patogeno che vive in acqua ad una temperatura che va dai 20°C ai 50°C. Le condizioni ideali per la sua riproduzione avvengono tra i 35°C e 45°C, pertanto questo batterio riesce ad essere presente, oltre che in fiumi, laghi e stagni anche nei circuiti dell’acqua calda sanitaria. In acqua potabile più fredda il batterio può essere ancora contenuto, ma in una quantità talmente limitata, al punto da non essere minaccioso per la nostra salute. Il batterio diventa dannoso dal momento in cui avviene la sua proliferazione a causa dell’aumento della temperatura dell’acqua (generalmente nei circuiti di acqua calda sanitaria).

Cosa causa questa infezione?
Questo batterio può causare la legionellosi, un’infezione a livello respiratorio che porta come conseguenze alla malattia del legionario, ossia una forte polmonite, oppure ad una forma infettiva più debole conosciuta come febbre di Pontiac (simile ad un’influenza).

Come può essere contratta l'infezione?
L'infezione può avvenire per inalazione di acqua in forma nebulizzata (ovvero in tante piccole particelle); quindi il suo luogo preferito per “attaccare” è la doccia. I luoghi dove è più alto la probabilità di incontrare un rischio di contagio sono luoghi dove i trattamenti idrici sono poco curati e in questo senso non ci riferiamo solo al livello di pulizia dei bagni. Particolare attenzione deve essere fatta in centri sportivi, piscine, palestre, hotel, campeggi, parchi acquatici, ospedali, case di riposo ma l'aspetto del controllo deve essere mantenuto alto anche nel semplice condominio. In Germania causa circa 6.000 casi l’anno con un tasso di mortalità del 20%. L’infezione può essere contratta da chiunque, ma è altamente pericolosa per persone che praticano sport o sotto stress, anziani e in generale, persone con un sistema immunitario deficitario.

E per prevenire eventuali problemi?
Negli ambiti sopra indicati, specie nei luoghi frequentati da molte persone, la prevenzione è un aspetto importante e deve essere preso in carico dal gestore/proprietario della struttura.

In che modo?
Per chi non ha personale addetto alla manutenzione interna la cosa più importante e semplice da fare è quella di affidarsi ad una ditta specializzata che prenda in carico il problema dalla “A” alla “Z”. Individuata la ditta a cui affidarsi si stipulerà un contratto che preveda una prima fase di “valutazione del rischio” e in funzione di questo si programmi una serie di interventi ad hoc. Ricordarsi che affinché questi interventi possano ritenersi utili non è sufficiente effettuarli una volta all'anno, ma devono avere una cadenza costante anche in funzione dell'attività in cui si opera e della valutazione del rischio effettuata all'inizio.

E chi ha del personale interno addetto alla manutenzione?
Diciamo che chi ha del personale interno addetto a seguire gli aspetti tecnici è sicuramente in grado di gestire alcuni aspetti prendendosene cura direttamente.

Quali aspetti dovrebbero seguire le aziende esterne?
Diciamo che l'attenzione a riguardo deve essere rivolta principalmente all'impianto sanitario ma non si deve dimenticare nemmeno quello di condizionamento.
Per quanto riguarda gli aspetti da affidare ad una ditta specializzata riteniamo che si possano incaricare i tecnici esterni di seguire:
per l'impianto sanitario, l'ispezione di bollitori, serbatoi dell'acqua sanitaria i quali dovranno essere disincrostati, puliti e sanificati con appositi prodotti/sistemi. Come frequenza diciamo che secondo le linee guida del ministero dovrebbero essere fatte almeno due volte all'anno. In tutti gli edifici a funzionamento stagionale, (Specie settore turistico) prima della riapertura, procedere ad una pulizia completa dei serbatoi e una disinfezione dell'intera rete idrica, facendo anche defluire a lungo l'acqua da tutte le erogazioni da essa servite con un efficace shock termico ( superiore ai 70 °C).
Per l'impianto di condizionamento crediamo che, per complessità nelle operazioni, l'aspetto delle canalizzazioni dell'impianto possa ritenersi conveniente lasciarlo a tecnici esterni. Anche in questo caso la pulizia e la decontaminazione sono le principali operazioni da svolgere unitamente al controllo di eventuali evaporatori e filtri principali.

Quali aspetti possono essere presi in consegna dal personale interno?
Gli aspetti che invece possono essere presi in carico dai manutentori interni sono altrettanto importanti e, grazie alla loro presenza costante all'interno della struttura possono essere eseguiti con maggiore attenzione e costanza. Queste operazioni comprendono il mantenimento in ottimo stato delle docce, dei diffusori delle docce, i rubinetti e i rompigetto con un'accurata pulizia e disincrostazione preferendo quelli aperti (es. a stella o croce) rispetto a quelli a reticella e agli aeratori/riduttori di flusso. Per le operazioni di disincrostazione di questi componenti possiamo suggerire il nostro KALK-A, seguendo le diluizioni indicate nelle istruzioni. In alternativa è possibile utilizzare il KALK-C nel caso in cui si possa operare con i componenti trattati mediante immersione senza problemi di tempistiche. L'acqua che viene eventualmente utilizzata nei circuiti di fontane decorative, deve essere disinfettata con mezzi o prodotti idonei.
Per quanto riguarda l'impianto di condizionamento, i controlli devono essere rivolti ai filtri, con sostituzione almeno una volta all'anno ad inizio stagione e trattamento detergente e successiva sanificazione durante la stagione. Le batterie di scambio termico, vanno periodicamente pulite e disinfettate le vasche di raccolta della condensa e le superfici alettate con la rimozione dello sporco organico ed inorganico.
Una buona operazione sanificante deve essere SEMPRE preceduta da una efficace azione detergente. Le operazioni di pulizia delle batterie di scambio, dei ventilatori, dei fan coil, le serrande, le griglie devono essere svolte con un aspiratore dotato di filtro HEPA, lancia ad aria ad alta pressione e appositi detergenti e sanificanti.
Per la detergenza di unità interne come fan coil,ventilatori, split, piccole batterie di pacchi alettati consigliamo il nostro CLIMAFOAM, per la sanificazione il nostro SANISOL, sanificante battericida ad alto effetto residuale, disponibile anche in varie fragranze. Per le acque di condensa abbiamo le nostre CLIMA TABS, pastiglie sanificanti a lento rilascio.Se necessitiamo anche di disincrostare piccole batterie in macchine interne, possiamo procedere con il DECROX, deter-disincrostante ad azione sanificante che dopo l'utilizzo lascia anche una gradevole e fresca fragranza.
Concludiamo esortandovi a non dimenticare che anche le unità esterne necessitano di operazione periodiche di pulizia, disincrostazione soprattutto per il mantenimento di un ottimale scambio termico. A questo proposito suggeriamo l'utilizzo del nostro DBF, appositamente formulato per detergere a fondo i pacchi alettati e disincrostarli dallo sporco atmosferico che vi si deposita.

Per qualsiasi ulteriore informazione sui prodotti indicati:

Link utili:


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio