30 Maggio 2020
News

Arriva la bella stagione: Manutenzione condizionatore

02-04-2019 16:48 - Air conditioning (HVAC)
Ci stiamo avvicinando alla bella stagione e la comodità di un condizionatore è una di quelle comodità a cui non si rinuncia facilmente. I benefici sono molti sia per chi lavora, per i vs clienti, per i bambini in casa, per dormire meglio la notte, ecc. Su come sarebbe meglio utilizzare un condizionatore non ci dilungheremo in quanto ognuno di noi ha una sua personale tolleranza a temperature e umidità quindi lasciamo questo aspetto alla diretta esperienza personale.
Quello su cui ci piacerebbe soffermarci è invece l'aspetto manutentivo ossia quelle piccole ma importanti operazioni che andrebbero fatte, anzi vanno fatte, per poter garantire un buon funzionamento delle macchine e anche per cercare di garantire a chi usufruisce del fresco che questo fresco sia anche il più salubre possibile.
Il condizionatore è composto da una unità esterna e da una o più unità interne e tutte necessitano della vostra attenzione.
Un attenta manutenzione e soprattutto un manutenzione periodica ad inizio stagione estiva (se viene utilizzato come condizionatore) o nel periodo invernale (se viene utilizzato come pompa di calore), ne garantisce una migliore funzionalità ed un miglior rendimento, evitando, quando possibile, gli interventi tecnici per malfunzionamenti.

Vediamo quindi come procedere alla pulizia dell’unità esterna.
Indipendentemente dalla marca e dal modello il procedimento per una buona pulizia può essere simile o differire di poco da un modello all'altro. In generale è necessario aprire le pareti della scatola e lasciare il motore esterno “nudo” con la batteria dei pacchi alettati e la ventola a vista. Gli operatori più esperti possono togliere anche la ventola svitando il dado centrale in senso orario. Fatto questo non bisogna fare altro che munirsi di un ottimo aspirapolvere con filtro HEPA è un terminale a spazzola a setole morbide. Passare tutto l'interno e i pacchi alettati in modo da liberarli dalla polvere. Fare attenzione: è importante avere delicatezza sulle lamelle del radiatore perché tendono ad ammaccarsi e piegarsi e questo potrebbe essere un problema. Se si possiede un compressore alla fine si può eseguire una soffiata generale. Qualora ci fossero le batterie in alluminio sporche e incrostate e sia necessaria una pulizia più approfondita è possibile utilizzare il nostro DBF, detergente per unità esterne. Prima di utilizzarlo assicurarsi sempre di aver staccato la corrente. Per le modalità e le concentrazioni di utilizzo attenersi alla scheda tecnica. Una volta aspirato ed eventualmente lavato tutto rimontare la ventola, richiudere i vari coperchi senza dimenticarsi, dove possibile, lubrificare il motorino della ventola. Per le unità esterne più grandi, oltre al gia citato DBF, è possibile utilizzare per un'accurata disincrostazione il ns KA 50, idoneo per disincrostare e rimuovere residui di ruggine, incrostazioni inorganiche e altro. Per una pulizia delle bocchette di aspirazione esterne da sporco atmosferico, possiamo utilizzare il ns DETERFOAM, che oltre a detergere da sporchi gravosi ha degli additivi brillantanti che lasciano lucide le superfici trattate.

Per quanto riguarda l'unità interna:
Tutti i condizionatori hanno delle unità interne che possono differire tra loro. Possiamo trovare le classiche unità a parete chiamate anche “Split” tipiche negli impianti residenziali, nelle camere o negli uffici: le unità a cassetta che normalmente sono posizionate su controsoffitti; unità canalizzate indicate per grandi spazi:in fine possiamo trovare le unità a pavimento con ventilconvettori o fancoils normalmente posizionati in basso sotto una finestra. Qualsiasi sia la macchina che vi trovate di fronte, tutte hanno dei filtri che si intasano. Una corretta manutenzione di pulizia aiuta a prevenire fastidiose allergie e a garantire un miglior funzionamento dello stesso condizionatore . Le operazioni di pulizia filtro è doverosa sia all’inizio della stagione estiva che in quella invernale, se utilizzato per il riscaldamento. Ma non è da escludere nemmeno durante la stagione a seconda delle ore di utilizzo e delle necessità che si presentano. Ogni unità interna, anche se in modo differente in base a marca e modello, ha uno sportellino frontale per accedere facilmente ai filtri. Dopo aver aperto lo sportellino si esegue l'aspirazione meccanica dei filtri e delle batterie di scambio termico con un aspirapolvere professionale munito di filtro HEPA. Successivamente si applica un detergente schiumogeno come il ns CLIMAFOAM sia sui filtri che sulle batterie si scambio termico. Per un ottimale sterilizzazione si devono passare le batterie e i filtri con vapore a 100 °C. successivamente si applica il ns SANISOL, ( disponibile in varie versioni sia liquide che spray) sanificante su filtri e batterie di scambio termico. Gli operatori più esperti possono trattare anche le canalizzazioni. Prima di richiudere tutto si consiglia l'applicazione di una pastiglia sanificante, CLIMATABS, all'interno della vaschetta di raccolta dell'acqua di condensa. Diciamo che una sequenza di operazioni come quelle indicate ti permettono di prenderti cura del vostro impianto ottenendo sicuramente un maggior efficienza e un alto livello di salubrità dell'aria che viene successivamente respirata.

Per maggiori info, sui prodotti suggeriti, non esitate a contattarci tramite la nostra mail.
.
Per ricevere via mail il catalogo completo ( formato pdf) dei prodotti per l'aria condizionata clicca qui.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account